Ordine tsrm pstrp della provincia di parma

Accesso civico

Accesso civico e segnalazioni in materia di corruzione

Accesso Civico

È diritto di chiunque richiedere documenti, informazioni e dati oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente nei casi in cui l’Autorità ne abbia omesso la pubblicazione sul proprio sito web istituzionale. Il diritto di accesso civico è disciplinato dall’art 5 del d.lgs. n. 33/2013.

La richiesta è gratuita, non deve essere motivata e può essere presentata tramite posta elettronica al responsabile della trasparenza dell’Ordine TSRM PSTRP di Parma mediante l’utilizzo del modulo appositamente predisposto.

Ruolo Nominativo Modulo per l’esercizio del diritto Indirizzo PEC
Responsabile trasparenza e anticorruzione Dr.ssa Alessandra Cuttone Modulo segnalazioni e comunicazioni in materia di anticorruzione parma@pec.tsrm.org
Referente accesso civico in materia di trasparenza Dr.ssa Alessandra Cuttone Modulo accesso civico parma@pec.tsrm.org
Titolare del potere sostitutivo per l’esercizio dell’accesso civico Dr. Bruno Lorefice Modulo di accesso civico al titolare del potere sostitutivo parma@pec.tsrm.org

Segnalazione attività sospetta

Nel caso se dovesse rilevare un abuso di professione il cittadino può segnalare tale irregolarità compilando l’apposito moduloIl modulo deve garantire la raccolta di tutti gli elementi utili alla ricostruzione del fatto e ad accertare la fondatezza di quanto segnalato, anche in forma anonima.

La documentazione va inviata all’Ordine tramite PEC all’indirizzo parma@pec.tsrm.org oppure all’indirizzo parma@tsrm.org.

Successivamente a tale segnalazione l’Ordine effettuerà tutti i controlli del caso.

Verranno prese in considerazione solo le segnalazione relative a fatti di particolare gravità e con un contenuto che risulti adeguatamente dettagliato e circostanziato, tale da ritenere altamente probabile che si sia verificato e/o si stia verificando un abuso di professione; al contrario, non sono meritevoli di tutela le segnalazioni fondate su meri sospetti o voci.

Il trattamento dei dati e delle informazioni relative al segnalante e del segnalato avviene nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali.