Ordine TSRM PSTRP della Provincia di Parma

Modulistica

  • Trasferimento

    Per effettuare una Iscrizione per Trasferimento da altro Ordine è necessario:

1. Compilare e sottoscrivere il Modulo di iscrizione per Trasferimento, apponendo una marca da bollo di euro 16,00 ed inviarlo tramite:

  • PEC: parma@pec.tsrm.org
  • Raccomandata A/C: Via Martiri della Liberazione, 34, 43126, Parma (PR)

2. Attendere la notifica di avvenuta iscrizione a codesto Ordine professionale che verrà inoltrata all’indirizzo PEC dell’iscritto. 

Per procedere all’iscrizione sarà necessario che l’Ordine di provenienza conceda il nulla osta per trasferimento (solitamente entro il mese di Novembre dell’anno in corso) ed è indispensabile che il professionista sia in regola con il pagamento della quota di iscrizione annuale.

  • Procedura di cancellazione

    Per richiedere la cancellazione dall'Ordine (compreso il caso di cessazione dell’attività lavorativa) è necessario:

1. Essere in regola con i pagamenti della tassa di iscrizione annuale al momento della presentazione della domanda;

2. Entro il 30 novembre dell’anno antecedente alla cancellazione, è tassativamente obbligatorio inoltrare all’Ordine TSRM PSRTP della provincia di Parma il Modulo domanda di cancellazione dall’Albo Professionale opportunamente compilato e sottoscritto mediante:

  • PEC: parma@pec.tsrm.org
  • Raccomandata A/C: Via Martiri della Liberazione, 34, 43126, Parma (PR)

3. Allegare un documento di identità in corso di validità;

4. Per coloro in quiescienza, allegare copia del decreto di collocamento a riposo;

5. Attendere la notifica di cancellazione  che verrà inoltrata all’indirizzo PEC dell’iscritto. 

Si precisa che una volta cancellati per iscriversi nuovamente si dovrà seguire l’iter come se fosse una prima iscrizione (Incluse tassa governativa e quota annuale dell’Ordine).

  • Certificato di iscrizione

    Dal 2 gennaio 2012 entra in vigore il Decreto Monti che contiene alcune novità in merito al rilascio dei certificati e alla possibilità di richiesta da parte delle pubbliche amministrazioni.

Dal 2 gennaio 2012 entra in vigore il Decreto Monti sulle semplificazioni che fra le altre cose, contiene alcune novità in merito al rilascio dei certificati e alla possibilità di richiesta da parte delle pubbliche amministrazioni.

Fatta questa premessa si precisa che i certificati rilasciati dagli Ordini TSRM PSTRP riguardanti stati e qualità del TSRM (come iscrizione all’albo) sono validi e utilizzabili dal privato solo nei rapporti con un altro privato. Le Pubbliche Amministrazioni e i gestori di servizi non possono richiedere ed accettare certificati dal privato, il quale per questi rapporti è tenuto ad autocertificare la propria condizione in maniera autonoma ai sensi del DPR 445/2000.

L’Art. 4 comma 1, della tariffa – Parte Prima- Allegato A del DPR 642/72 e successive modificazioni ed integrazioni relativo alla “Disciplina dell’imposta di bollo” prevede con riferimento agli enti pubblici che tutti gli atti e i provvedimenti inerenti alla tenuta di pubblici registri rilasciati anche in estratto o in copia dichiarata conforme all’originale siano soggetti ad imposta di bollo (attualmente di Euro 16,00).

A rafforzare quanto suesposto si ritiene utile precisare che il Ministero dell’Economia, interpellato da un ordine professionale, ha convenuto che “in assenza di una puntuale norma di esenzione, le istanze formulate ad un ente pubblico, tendenti ad ottenere l’emanazione di un provvedimento amministrativo o il rilascio di certificati, estratti, copie e simili sono da assoggettare all’imposta di bollo, secondo le prescrizioni recate dal richiamato art. 3 della Tariffa”.

La copia del certificato di iscrizione deve essere richiesto via PEC, scrivendo all’indirizzo PEC parma@pec.tsrm.org dal proprio account PEC specificando in oggetto “Certificato Iscrizione”. È possibile ritirare il proprio certificato cartaceo in originale presso la sede amministrativa presentandosi con marca da bollo di 16 €. Si riceve su appuntamento. Le richieste di certificato vengono di norma prese in carico una volta a settimana.

Chi intende segnalare un fatto od un atto espressione di un presunto abuso professionale deve compilare il modulo sottostante e inviarlo alla Commissione di albo della relativa professione.

La Commissione di albo provvederà a valutarne i contenuti e a inoltrarlo al Presidente dell’Ordine col relativo parere nei confronti dei suoi contenuti.

Il Presidente dell’Ordine provvederà a inoltrare la documentazione al Gruppo di lavoro Aspetti giuridici e medico-legali della Federazione nazionale che, sol supporto dello Ufficio legale della FNO, disporrà la valutazione finale circa l’esistenza o meno di elementi o fatti che ne impediscano la denuncia.

In assenza di questi ultimi, l’Ufficio legale indicherà all’Ordine la formula utile con la quale il Presidente trasmetterà alle Autorità competenti la segnalazione ricevuta.

Il modulo deve garantire la raccolta di tutti gli elementi utili alla ricostruzione del fatto e ad accertare la fondatezza di quanto segnalato.

  • Cambio di residenza

    Deve essere comunicato tramite PEC o tramite raccomandata A/R indicando esplicitamente i dati anagrafici comprensivi di C.F.